Proposta del Nuovo Manifesto

 

 Cari Amici,

 come sapete uno degli obiettivi del nostro circolo è quello di far pervenire al partito proposte e suggerimenti, elaborando i varu argomentti nel gruppo facebook e consolidandioli poi in questo sito.

Così è nato il manifesto che trovate nella prima pagina del circolo.

A distanza di un anno, abbiamo ritenuto utile e necessario provvedere ad un aggiornamento del manifesto, tenendo conto della situazione politica attuale e delle proposte fatte dal PD per le Europee.

In un momento in cui il PD è accusato dinon avere un programma chiaro e preciso, noi abbiamo deciso di rilanciare con questa nuova proposta.

Il nuovo manifesto si trova a questolink

https://drive.google.com/file/d/1y37NI8ohY9aIfHMZtGGPXs7sEqBlwlCU/view?usp=sharing

Chiediamo a tutti di contribuire ed esprimere un parere. Passati 4 giorni rielaboreremo il materiale con le vostre osservazioni e ne pubblicheremo la versione definitiva.

Il Nuovo Manifesto verrà inviato a tutti i dirigenti del partito e diffuso in rete.

Grazie a tutti per la collaborazione.,

Per aggiungere dei commenti, devi essere membro di Libertà è Partecipazione!

Join Libertà è Partecipazione

Le risposte a questa discussione sono chiuse.

Risposte

  • Se poi fosse per il trattamento ricevuto da alcuni ..... bene anzi male, o superiamo tutti questi concetti o veramente alla fine qualcuno se ne va , una " famiglia " si deve parlare altrimenti il " divorzio " è solo questione di tempo . Tenere le cose dentro creano , come fa RENZI ora , solo un malessere e prima o poi esce fuori tutto . Personalmente vorrei sbagliarmi e vorrei che scoppiasse l'amore tra noi , cosa improbabile, vedo più un atteggiamento di attesa del tipo , se le cose andranno male per l'attuale SEGRETARIO e segreteria , io provo a tornare al " comando " altrimenti me ne sto tranquillo con la mia " corrente " finché dura , potrebbe durare per sempre. La " logica" delle correnti insegna, dalla DC AL PSI , tanto per fare solo un es . Non ho mai avuto avversità per RENZI critiche si , oggi non ne ho per ZINGARETTI come non ne avevo per Veltroni FRANCESCHINI o BERSANI . CREDO che per ora è come se una parte di noi sia in " attesa " , so benissimo che qualcosa alle prossime elezioni politiche deve succedere . Staremo a vedere . Scusate ma non si può far finta di nulla , dai tempi della ROTTAMAZIONE a oggi tante cose dentro il PD, pure fuori, sono successe, credo che molti , spero pochi , abbiamo dentro parecchia ruggine, chi più chi meno. A volte penso che sarebbe meglio che si scegliessero due strade diverse anche se poi ci si potrebbe incontrare per molte cose in comune . Faccio un esempio, scommetto che alle prossime elezioni politiche un motivo di divisione potrebbe essere il cosa fare con i 5 STELLE , parlare ? discutere una "possibile " alleanza basata su un programma parzialmente condiviso......... certo è solo un aspetto, secondo me per ora più REALISTICO, poi sicuro c'è ne saranno altri, tutta materia di discussione, Sarebbero fantastico parlarne " uniti " . Se qualcuno risponderà per piacere non si parta da ......si ma allora prima, i gufi , i rematori contro ecc ecc altrimenti non ne usciamo fuori. Come sempre è una mia OPINIONE .
  • Forse mi sfugge qualcosa, io seguo abbastanza la vita del PD, non mi risulta che ne abbia presenziata una. A l'ultima assemblea nazionale non cera . Non voglio fare polemiche, chiedevo come mai ? Dato che credo ci sia sempre un perché, nulla o poco avviene per caso .
  • Grazie Giovanni. L'altro punto che sollevi, la totale mancanza di rapporti Renzi-Zingaretti, al punto che l'uno non nomina mai l'altro, è evidentemente un problema.
  • Nulla da " contestare " sul nuovo manifesto, la vedo già una impresa pensarlo e scriverlo, sinceramente non ne sarei capace , comunque approvo , mi va bene. Grazie. Volevo porre una domanda che esula dal manifesto in sé, mi frulla da tempo nella testa e visto che noi aderiamo al PD la pongo a voi , a chi legge . Il nuovo segretario tra le molte cose che dice ne vedo una sempre presente , la questione dell'unità del PD . Tutto normale, quello che io non vedo normale è, RENZI MAI PRESENTE IN NESSUNA RIUNIONE O ALTRO del PD . MI CHIEDO , PERCHÉ . Non sarà mica un preludio di un abbandono, anche se le buone " opinioni " non si sprecano. Un abbandono magari con un partito a " destra " del PD ? Voi che ne pensate? Grazie.
  • Cari amici,
    questa è la nuova versione del Manifesto, in cui abbiamo cercato di includere alcune delle vostre osservazioni.
    https://l.facebook.com/l.php?u=https%3A%2F%2Fdrive.google.com%2Ffil...
    Trovate le variazioni in rosso.
    Non abbiamo incluso la proposta della patrimoniale, perché lo riteniamo un argomento delicato che va studiato insieme alle aliquote fiscali e al regime di detrazioni e agevolazioni. Inoltre, a livello di un manifesto, pensiamo che potrebbe generare prematuramente divisioni e discussioni.
    Abbiamo aggiunto anche un breve paragrafo su ricerca se innovazione , con due nuove proposte, l'agenzia nazionale per la ricerca e l'Istituto per la ricerca
    applicata.
    Sabato chiuderemo la discussione e metteremo in approvazione il documento.
    Grazie a tutti per la collaborazione.
  • in questi giorni il gruppo di Libertà eguale ha pubblicato il manifesto riformista
    http://www.libertaeguale.it/manifesto-dellitalia-riformista/?fbclid...
    Manifesto dell'Italia riformista
    Riceviamo e volentieri pubblichiamo il documento promosso da Base Riformista   PER UN’EUROPA CHE SAPPIA RIFORMARSI Sia presidio di pace e di stabiliz…
  • E' da molto tempo che non visito queste pagine. Oggi sono ritornato e sono rimasto incuriosito da questo manifesto che credevo fosse volto a individuare un modo nuovo di stare a sinistra nel terzo millennio. Invece, più che altro mi pare un programma politico alternativo a quello di governo in atto. Visto che l' attuale dirigenza del partito non pare abbia le idee molto chiare sul da farsi in futuro, mi pare una buona base di partenza. Allo stesso tempo trovo che le proposte abbiano ancora una forte velatura di politichese. Ad esempio mi chiedo cosa significhi "mantenere alto il livello dell' uguaglianza". Di quale uguaglianza si parla?. Se si tratta di uguaglianza sociale, la si applica al complesso dei diritti e dei doveri considerati in termini di giustizia, ma nel manifesto leggo solo di diritti. Eppure tutti coloro che reclamano i propri diritti devono essere consapevoli che per averli è necessario che ognuno adempia anche ai propri doveri. Per l' uguaglianza economica si può fare ben poco se non sfavorire le disuguaglianze che scaturiscono da quel perfido meccanismo dei rendimenti/aumenti percentuali. Sui rendimenti che sono per lo più finanziari si può fare ben poco se non ridurli con la tassazione. Gli aumenti salariali invece potremmo cominciare a trattarli con criteri più equi almeno nella contrattazione primaria. E' un problema sindacale? E' vero, ma anche il minimo salariale lo è, ma non per questo non ne stiamo discutendo.
    Mi chiedo inoltre se la tassa sul patrimonio immobiliare non si da rivedere, almeno su quella che per me è una grossa baggianata ovvero la prima casa. Giusto lo sgravio per chi acquista la propria prima casa, ma il patrimonio immobiliare individuale ha un valore e quello va tassato, magari con una franchigia che permetta ai meno fortunati di pagare poco o nulla, ma nemmeno assistere alle polemiche perché il possidente di turno mette il suo villone come prima casa. Che dire delle pensioni? Secondo me se ne parla anche troppo. anche per rispetto a chi ci andrà in futuro con magra consolazione. Chi ha lavorato ha diritto a UNA giusta pensione, chi ambisce ad averne più di una se ne faccia una ragione e se ne faccia una ragione anche chi ha lavorato poco o nulla.
    Anche sul principio di solidarietà avrei da suggerire quale sia stata la esagerata reazione dei lavoratori a una legge come il Job Act che è chiaramente una legge a favore di chi un lavoro non ce l' ha ovvero dei disoccupati.
    Nella speranza di non avervi troppo annoiato, un saluto a tutti.
  • grazie a chi ha fatto oservazioni. Stiamo rielaborando il manifesto coi vostri suggerimenti.
  • Concordo con i contenuti del Manifesto. Commento la notizia di oggi, relativa alla possibile estensione del numero chiuso a tutte le facoltà, per inadeguatezza delle strutture e del numero dei docenti. Ho rivisitato qualche mese fa , per nostalgia, dopo quasi 60 anni, San Pietro in vincoli, dove mi sono laureato. Sono entrato in una aula dove si teneva lezione. Mi è sembrato di ritornare alla notte dei tempi! Non è stato minimamente colto, nemmeno ad ingegneria,l’impatto delle tecnologie informatiche che dovrebbe al contrario essere stravolgente. Non dovrebbe essere più indispensabile la frequenza. Affiancando ad ogni corso convenzionale, corsi svolti tramite il Web (già ne esistono da anni), si potrebbe superare il disagio ed il costo della frequenza universitaria dei lavoratori che vogliono conseguire una laurea, e dei ragazzi lontani da una sede universitaria. Le strutture universitarie verrebbero così utilizzate:
     Per incontri tra studenti e professori, finalizzati al superamento delle difficoltà dichiarate dagli studenti
     Per l’utilizzo dei laboratori
     come sede per gli esami (nel mondo esistono molti esempi di esami telematici)
    Non serve il numero chiuso, si dovrebbe aprire la testa dei docenti!
    La selezione a mio avviso va fatta con gli esami, non con i test di ammissione. E' certo che sarebbe utile elaborare una previsione di impiego dopo laurea per orientare gli studenti nella scelta della facoltà.
  • Giorgio, vero siamo " vecchi " però possiamo raccontarla, non è poco. Una precisazione per quello che hai scritto tu di cui che posso dire, se FORZA ITALIA non scompare, è una delle cose da valutare, ma mi sa che siano più attratti dalla destra populista di SALVINI , una alleanza tra loro, LEGA FORZA ITALIA FRATELLI D'ITALIA E ALTRI MINORI ,alle prossime elezioni politiche hanno quasi certo la maggioranza in parlamento. Stando naturalmente a ora, comunque vedremo il proseguo, altra possibile alleanza da non sottovalutare secondo me naturalmente, e vedere cosa esce fuori dai 5 STELLE, dentro hanno varie anime , chissà che non ne esca una con cui si può " parlare " . Certamente se stiamo a guardare al passato e presente allora non si fa nulla con nessuno , a parte classicamente guardare a " sinistra " . Vedi se ci fosse una DESTRA MODERATA tipo ALFANO, oggi scomparso, forse oggi non si sarebbero a questi punti , dove lo SCERIFFO PADANO fa il bullo presuntuoso. Purtroppo io non la vedo questa destra MODERATA, dirò di più, questo è il vero problema della politica ITALIANA. Comunque vedremo. Ciao " vecchio " AMICO .
This reply was deleted.