Verbali riunioni CD

Diario di Aprile

Buon Aprile a tutti.

Manca poco piùdi un mese alle elezioni. 

Scrivete qui quello che riguarda la attualità quotidiana e che ritenete importante.

Per aggiungere dei commenti, devi essere membro di Libertà è Partecipazione!

Join Libertà è Partecipazione

Inviami un'e-mail quando le persone aggiungono una risposta –

Risposte

  • Mariella
    se i sondaggi continuano a mostrarci aumento di consensi per la Lega e stallo per quelli a sinistra forse qualche errore lo stiamo commettendo.
    In particolare gradirei una analisi obiettiva nell'ottica del cittadino medio dei provvedimenti proposti e presi dalla Lega specialmente in chiave sicurezza. Siamo proprio sicuri di aver agito bene ad averli lasciato il discorso sicurezza ad un Salvini?
  • Giorgio
    Non ho sentito Salvini,ma ho seguito l'iter di approvazione del DL sicurezza,accompagnato da grandi applausi e self-congratulations di Salvini stesso. In realtà promulgata dal Presidente della repubblica dopo un mese di riflessione e con una lettera di accompagnamento ai principali organi di governo,in cui fissa importanti paletti che ne limitano la portata giuridica nel rispetto della costituzione, con grande soddisfazione di magistrati e avvocati. Non solo .anche del ministro della giustizia Bonafede.
    Nel suo addendum Mattarella ribadisce in particolare:
    -la primaria ed esclusiva responsabilità dello Stato nella tutela della incolumità e sicurezza dei cittadini
    - specifica il senso dello stato di "turbamento" e apporta altre importanti precisazioni .
    Insomma mi sembra anche questo il caso che dopo gran cancan, annunci la montagna ha partorito il topolino.
    Attenti a non inseguire Salvini nella sua sempre più brutale propaganda, di effetto mediatico ma poco nella sostanza
  • Riguardo alle elezioni spagnole vi propongo questo post di Umberto Minopoli tratto da Fb

    Spagna. Il Pd trae speranza dal voto spagnolo. Il Psoe, come il Pd, era sceso sotto il 20%. E' risalito al 28%. "Perche' noi no? ", dicono al Pd. Tutti danno oggi consigli al Pd: fate come Sanchez! Ottimo. Ma in che senso? Zingaretti non e' Sanchez. Che non ha teorizzato il "noi" al posto dell'io. Sanchez ha giocato sulla leadership. Ha fatto il leader. Non ha fatto come il Pd con Renzi. Che ha liquidato un leader. Per darsi un notaio. Non e' poco. Ma c'e' di piu'. Ed e' fondamentale. Sanchez ha potuto intelligentemente giocare su una cosa che il Pd non ha. Anzi che aveva e che ha piu'. Che aveva se avesse votato quando era al governo, nel 2016. E che e' decisiva: Sanchez e' andato al voto guidando il governo in fase di ripresa economica. Che Sanchez non ha contrastato con politiche populiste. Al contrario: ha incoraggiato con fedelta' alle politiche europee. Senza compromettere la ripresa Sanchez ha introdotto qualche riforma, di riduzione degli squilibri sociali. Ma senza guerre sociali, senza fratture tra imprese e lavoratori, con la pace sociale e col dialogo con imprese e produttori. Quello che avrebbe potuto accampare il Pd se avesse votato nel 2017 coln la leadership di Renzi. Sarebbe risultato primo partito. Ma bando al passato. Resta il fatto che Sanchez ha vinto perche' e' stato l'opposto dei populisti italiani. In Italia i gialloverdi (in primis i 5 Stelle) hanno distrutto la ripresa (che c'era con al governo il Pd) con le politiche assistenziali. E hanno esasperato fratture e conflitti sociali. E' del tutto fuori luogo,dunque, la litania che si e' gia' alzata nel Pd: per fare come Sanchez andiamo a sinistra, dialoghiamo con i 5 Stelle e inseguiamo il populismo di sinistra. L'opposto di Sanchez che si vorrebbe imitare. Sanchez cavalca la ripresa. La sinistra italiana insegue la recessione. Disarmante. La seconda sciocchezza a sinistra e' questa: " Sanchez, si dice, non ha inseguito il centro". Altra litania. Non l'ha inseguito perche', si potrebbe dire, non lo ha mai lasciato. Sostenendo la ripresa, aiutando le politiche europeiste, incoraggiando il dialogo sociale, evitando demagogie populiste, Sanchez ha occupato il "centro". L'opposto esatto della cantilena a sinistra. Ma poi: siete cosi' sicuri che il Psoe non guardi al "centro"? Io no. Sanchez ha vinto ( nel senso che e' primo partito ) ma il centro ( Ciudadanos e popolari ) in Spagna c'e'. Distinto dalla destra sovranista ( Vox) e con forza parlamentare pari alla sinistra. Dopo il voto il nodo: in Spagna non esiste una maggioranza di governo possibile. Sanchez dice che vuole aspettare il voto europeo. Perche'? La mia convinzione: dopo le elezioni, i socialisti dovranno fare maggioranza, in Europa, con Popolari e Liberali, cioe' col Centro, per battere i sovranisti. E Podemos e Vox saranno fuori e lontani. E Sanchez potra', legittimamente chiedere ai centristi: perche' a Bruxelles si e in Spagna no?
  • In Sicilia nel quadro negativo per il PD - in primis il disastro di Castelvetrano - vi sono alcuni casi interessanti che potrebbero avere un seguito a livello nazionale. https://livesicilia.it/2019/04/29/pd-centristi-lo-chiamavano-inciuc...
    Laddove PD e FI si sono presentati assieme con candidati nuovi hanno vinto.
    Potrebbe esser un approccio valido anche su scala allargata a livello nazionale?
    Pd-centristi, lo chiamavano inciucio Ma così si vincono le elezioni
    AMMINISTRATIVE 2019: i casi di Bagheria  (nella foto) e Aci Castello. L'esperienza recente di Trapani. Come si resiste all'ondata populista
  • Ieri sera ho visto per qualche minuto Salvini ho cercato di approfondire sia il decreto sicurezza che l'approccio al discorso sicurezza'

    Vi sono alcuni punti interessanti . Innanzitutto non sembra sia libertà di sparare. La magistratura interverrà sempre per valutare la gravità del fatto.
    Interessante e che farà presa sulla pubblica opinione è la modifica al rimborso danni subiti da chi come delinquente è coinvolto in fatti legati alla legittima difesa.
    Altro punto è la revisione del concetto di dose minima di droga per uso personale relativo agli spacciatori e sopra tutto la revoca dello status di rifugiato a chi è coinvolto il fatti delittuosi.
    Molti di questi provvedimenti avrebbero dovuto esser proposti dai passati governi PD.
    Apro qui la discussione. Non mi sembra il caso di lanciarla sul gruppo DB
  • Trovo molto interessante questo sito
    https://www.facebook.com/Europea.info/
    Europea
    Europea. 8,324 likes. Informazioni corrette sui temi europei più rilevanti, per contribuire insieme a un dibattito meglio informato su cosa significh…
  • Grazie Mario ,
    non avevo pensato a guardare Eur-Lex.
    Ne ho pensato on. Gozi residente in Francia , eppure ministro in Italia fino a un anno fa? Idem per la candidata francese. Boh !!!!
  • Mariella, ho trovato questo sul sito di EUR-Lex, dove sono registrate tutte le leggi EU:
    Requisiti per candidarsi o votare:
    1) essere cittadino dell’UE;
    2) essere residente nel paese dell’UE in cui intende votare o presentarsi come candidato;
    3) soddisfare le stesse condizioni dei cittadini di quel paese dell’UE che desiderano votare o presentarsi come candidati (principio dell’uguaglianza tra elettori nazionali e stranieri).

    Quindi per presentarti come candidato devi essere residente nel Paese do intendi farlo. Almeno così sembra
  • Cristina
    L'articolo sulle elezioni europee data del 2014 ,non se sono state introdotte novità nel frattempo. Ad esempio vedo la possibilità di candidarsi in un altro paese UE. Tale è il caso dell'on Gozi, in Francia e di una deputata francese in Italia. Bisogna essere anche cittadini francesi o italiani ? Naturalmente mi fa piacere vedere questa europeizzazione delle candidature ,soprattutto in una Italia ancora ancorata al suo Nord, centro ,Sud e isole. E quanta poca Europa c'è in questa campagna elettorale. Si parla solo di risultati delle elezioni e effetti sul piano interno , mentre avranno risvolti importantissimi proprio per l'Europa stessa.
  • Importante e coraggioso anche l'articolo / inchiesta della Gabanelli su un argomento molto tabù,non solo in Italia ,ma in tutta Europa riguardo al problema della radioattività e la raccolta di scorie radioattive. Scorie che non arrivano solo dall'Est Europa ma purtroppo anche dall'interno UE, provenienti dallo smantellamento delle centrali nucleari.e altre fonti, come ci illustra la Gabanelli.C' è molto riserbo in proposito sia dal parte delle imprese che dei nostri governi .Ma è ora di cominciare a parlarne apertamente e trovare soluzioni valide e durature al,problema dello stoccaggio di queste scorie.
This reply was deleted.