1 Maggio - IO CI SONO

Care amiche, cari amici

Iniziano le celebrazioni per questa giornata straordinaria. Come fatto per il 25 Aprile, vorremo celebrare il 1 Maggio online tutti insieme, con le stesse modalità messe in atto la scorsa settimana.

Il 1 Maggio, festa dei lavoratori, assume da sempre uno straordinario significato, un'importanza strategica specialmente ora che il lavoro, punto cardine della vita dell'individuo e della famiglia, è ad un punto così basso.

Questo primo Maggio 2019 non deve solo essere la festa di chi lavora, ma soprattutto deve essere un grido di supporto e vicinanza per chi il lavoro non ce l'ha, per chi il lavoro lo ha perso e stenta a ritrovarlo, e per chi il lavoro lo ha trovato solo a condizioni precarie e in palese contrasto con la dignità umana.

Dedichiamo questo 1 Maggio a chi continua a sperare, e a chi, caparbiamente e con grande dignità, continua a dire a questo Governo inutile e dannoso che non ha bisogno di un sussidio per campare, ma di un lavoro per vivere dignitosamente. E per questo serve lo sforzo di tutti, perché assicurare un lavoro dignitoso, è attività che non ha colore, anche se il 1 Maggio, la nostra speranza si tinge di rosso, come il sangue che scorre nelle nostre vene.

Buon 1 Maggio a tutti, e appuntamento sulla chat "1 Maggio - IO CI SONO"

Il Coordinatore e il Comitato Direttivo di Libertà è Partecipazione

Per aggiungere dei commenti, devi essere membro di Libertà è Partecipazione!

Join Libertà è Partecipazione

Inviami un'e-mail quando le persone aggiungono una risposta –

Risposte

  • Pierangelo Sassola da Savona ci manda la sua testimonianza. Grazie Pierangelo

    Saluti da Savona con la manifestazione del primo maggio. Partita dalla piazza del vecchio municipio (p.zza Sisto) per fare via San Lorenzo fino alla zona di Villapiana e del vecchio municipio. E mi ha fatto piacere vedere che c'erano tutti: i sindacati, ANPI, PD altre organizzazioni di sinistra a sinistra ancora forti a Savona tipo Rifondazione. E un gran numero di immigrati con bandiere rosse. Vi allego alcune foto.

    59519918_10214009877110314_7116939557420924928_n.jpg?_nc_cat=105&_nc_ht=scontent-fco1-1.xx&oh=ddc3bcef9ffce02d2da6c15e6ec3b911&oe=5D745DB1

    L'immagine può contenere: 1 persona, con sorriso, spazio all'aperto

    L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi, sta camminando e spazio all'aperto

    L'immagine può contenere: 2 persone, folla e spazio all'aperto

    L'immagine può contenere: 1 persona, in piedi, folla e spazio all'aperto

  • Festa dei lavoratori: il primo maggio in Italia

    Dal 1891 la Festa dei Lavoratori si celebrò in Italia per oltre trent’anni; questa ricorrenza però fu sospesa dal 1924 e per tutto il ventennio fascista. Questo perché venne sostituita dalla Festa del Lavoro del 21 aprile, giorno del Natale di Roma.

    D’altronde in Italia i lavoratori avevano ottenuto un importante successo già qualche anno prima: è al 1923, infatti, che risale il Regio decreto legge - il n° 692 - con il quale l’orario di lavoro venne fissato ad otto ore.

    La Festa dei Lavoratori tornò ad essere festeggiata di primo maggio qualche anno più tardi, subito dopo la conclusione della Seconda Guerra Mondiale. Anche da noi però questa giornata si è macchiata di sangue; il 1° maggio del 1947, infatti, si è verificata quella che è conosciuta come la strage di Portella della Ginestra, località montana del comune di Piana degli Albanesi, in Provincia di Palermo.

    Qui si riunirono circa duemila lavoratori per celebrare la ricorrenza del primo maggio e per protestare contro il latifondismo a favore dell’occupazione delle terre incolte; in quell’occasione, però, intervenne il noto criminale Salvatore Giuliano che insieme ai suoi uomini sparò sulla folla provocando una carneficina. 14 persone rimasero uccise, oltre 30 i feriti di quella che ancora oggi è una strage senza movente.

  • 1 Maggio - Sergio Mattarella, Capo dello Stato

    MATTARELLA - “La festa del primo maggio è una festa della Repubblica e della Costituzione, la quale indica nel lavoro un fondamento di civiltà, condizione di autentica libertà personale, di autonomia delle persone nella costruzione del proprio destino”. Ha detto il presidente Sergio Mattarella in occasione della festa del lavoro. "Senza lavoro rimane incompiuto il diritto stesso di cittadinanza, la dignità dell'individuo ne rimane mortificata, la solidarietà sociale e la stessa possibilità di sviluppo della società ne rimangono compromesse". Ha sottolineato il Presidente della Repubblica. "La nostra Costituzione riconosce il lavoro come bene sociale e impone alle istituzioni di compiere ogni sforzo per ampliare le opportunità occupazionali, per rimuovere le cause degli squilibri tra territorio, per accrescere le conoscenze, gli investimenti necessari a uno sviluppo sostenibile". Ha aggiunto il Capo dello Stato. "Si tratta di un dovere pubblico a cui non ci si può sottrarre. Così come non può essere cancellato dalla Costituzione, quel traguardo di piena occupazione che resta una sfida costante, un obiettivo a cui tendere utilizzando ogni leva di intervento". 

  • Propongo un bellissimo post di Coppola Rossa:

    CALENDIMAGGIO
    quando lavoro e lotte facevan di sè festa e bellezza , e lungo il Rettifilo la fiumara fin dentro la piazza esibiva di sè orgoglio e gioia , e tra le folle sfilavano i canti e le bandiere , le facce dure e le camicie buone ...
    il pugno chiuso e le bandiere al vento , l aria eccitata intorno pel frastuono , e farsi piccoli davanti alle migliaia , passa l Irpinia e il Sannio , la Terra di Lavoro ed il Cilento , passan le genti dei vicoli e dei monti , passavano i gruppi , e i gridi , e gli striscioni , e i balli ...
    facce di plebi e cuori d operai , il mento alzato e senza scorno in faccia passavano , e i nomi erano echi di battaglie , di scontri duri e di contratti vinti , di chi vince per sè , e anche per gli altri , ed anche per quelli che verranno dopo ...
    passa Bagnoli , gli occhi che fissan dai forni la lastra incandescente , e poi le donne dell Agro Nocerino , dalle mani spellate , giorni e notti incatenate ai lor cancelli , passano l Indesit ed Olivetti vertenze lunghe e occupazioni , ed i braccianti della Piana le braccia nerborute e i peli in petto , sbarbati a festa e un po' meravigliati , i gruppi grandi serrati e vocianti , e quelli di pochi , di grandi lotte in piccoli paesini ...
    passa l anarchia dalle bandiere dorate e nere , e i disoccupati organizzati a bande tra gridi e danze , e quelli della Piana che bloccarono i binari e l autostrada , e da lontano senti arrivare Pomigliano , tamburi di latta , frasi scandite e urlate , che fanno l eco in petto e fan tremar le gambe ...
    primo maggio passava la mitologia , a rimbombo di trombe e di tamburi , a frastuono di canti e di colori , l orgoglio della lotta alto su noi che sia vittoria o che sarà sconfitta , quella ch è pel diritto contro l ingiustizia , che rompe i polsi e non ti fa più servo ...

  • Qui una disamina realistica  della attuale situazione economica e delle prospettive del lavoro.

    https://www.lavoce.info/archives/58873/finisce-la-recessione-in-une...

    Finisce la recessione, ma l’economia è da zero virgola
    Nel primo trimestre 2019 è finita la recessione e così la crescita 2019 può essere rivista un po’ al rialzo. A patto che il governo non complichi tut…
  • Buon 1 Maggio a tutti

    Un po' di storia sul significato della celebrazione

    https://www.quotidiano.net/magazine/primo-maggio-storia-significato...

    Primo maggio, storia e significato. Perché la Festa del Lavoro si celebra proprio oggi - Quotidiano…
    Dalle rivolte di Chicago, alla prima legge in Italia sulle otto ore lavorative. L'origine della ricorrenza
  • Buon 1 Maggio a tutti

This reply was deleted.

Per seguire una discussione cliccate sul suo titolo.   Potrete aggiungere un commento o una domanda inserendo il testo che volete nel riquadro in fondo alla pagina e poi cliccando su "Rispondi" o rispondere ad un commento particolare (cliccare sul "Rispondi" scritto in caratteri piccoli sotto al commento al quale volete reagire) inserendo il vostro testo nel riquadro.   Dopo aver "postato" il vostro commento/domanda avete ancora 15 minuti per poterlo eventualmente correggere.   Se una discussione vi interessa particolarmente potete cliccare su "Segui" in fondo alla discussione.   In questa maniera riceverete un messaggio e-mail ogni volta che un nuovo commento sarà inserito nella discussione.    Cliccando su "Non seguire più" potete interrompere in ogni momento l'invio di questi messaggi.

Ogni tipo di intervento è il benvenuto.   Dall'intervento di tre o quattro paragrafi che presenta in maniera esauriente un argomento particolare alla domanda di spiegazioni supplementari di due righe.   I temi proposti hanno lo scopo di lanciare una vera discussione e quindi le espressioni di dissenso da quanto scritto nei testi introduttivi o da quanto affermato nei commenti da altri partecipanti sono le benvenute.   Cliccate qui per un'avvertenza importante a proposito del bottone "Elimina".

Salvaguardia discussioni

Economia e politica fuori dell'Unione europea

Economia e politica nel mondo IV / gennaio 2015 - 7 maggio 2016
Economia e politica nel mondo III / settembre-dicembre 2014
Economia e politica nel mondo II / agosto 2014
Economia e politica nel mondo I / luglio 2013 - luglio 2014

 

Il processo di integrazione europea

Europa V 2017
Europa IV b / luglio - dicembre 2016
Europa IV a / gennaio - giugno 2016 
Europa III / 2015
Europa II b / settembre - dicembre 2014
Europa II a / gennaio - agosto 2014
Europa I / 2013
Brexit ? / febbraio - 7 maggio 2016 
Le bugie di un'Europa che non mi rappresenta / maggio - ottobre 2014

 

Il funzionamento dell'economia e la politica economica

Che politica economica ? V - 2017
Che politica economica ? IV - 2016
Che politica economica ? III b - 2015 (secondo semestre)
Che politica economica ? III a - 2015 (primo semestre)
Che politica economica ? II - 2014
Che politica economica ? I - 2013
Perché tanti mancano di tanto se possiamo produrre ogni cosa? / aprile-maggio 2016 
Crisi economica mondiale ? Crisi economica italiana ? / novembre 2014 - giugno 2015
I bisogni espressi dalla nostra società / settembre 2014 
La modifica dell'articolo 18 / settembre 2014 - gennaio 2015 
Perché non si investe più in Italia? / giugno 2014 - marzo 2015
Le mitiche riforme / gennaio - aprile 2014 
Il ruolo delle imprese / dicembre 2013

 

I cambiamenti climatici e l'energia

Clima e energia III - 2016 (gennaio - 7 maggio) 
Clima e energia II - 2015 
Clima e energia I - 2014

 

Il Mezzogiorno

Mezzogiorno III / febbraio - 7 maggio 2016 
Mezzogiorno II / luglio - agosto 2015 
Mezzogiorno I / dicembre 2013

 

Immigrazione

Immigrazione 2017
Immigrazione 2015-2016

 

Attività recenti

Giovanni Ornati ha risposto alla discussione di Mario Pizzoli VITA DI CIRCOLO
25 Ott
Giuseppe Ardizzone ha risposto alla discussione di Mario Pizzoli VITA DI CIRCOLO
25 Ott
Giovanni Ornati ha risposto alla discussione di Mario Pizzoli VITA DI CIRCOLO
24 Ott
Giuseppe Ardizzone ha risposto alla discussione di Mario Pizzoli VITA DI CIRCOLO
24 Ott
Giovanni Ornati ha risposto alla discussione di Mario Pizzoli VITA DI CIRCOLO
22 Ott
Giuseppe Ardizzone ha risposto alla discussione di Mario Pizzoli VITA DI CIRCOLO
22 Ott
Giuseppe Ardizzone ha risposto alla discussione di Fabio Colasanti Clima, energia e ambiente
22 Ott
Ermanno Piergiacomi ha risposto alla discussione di Mario Pizzoli VITA DI CIRCOLO
24 Set
Giuseppe Ardizzone ha risposto alla discussione di Fabio Colasanti Il Partito Democratico
24 Set
Giuseppe Ardizzone ha risposto alla discussione di Mario Pizzoli VITA DI CIRCOLO
24 Set
Giuseppe Ardizzone ha risposto alla discussione di Fabio Colasanti Clima, energia e ambiente
23 Set
Giovanni Ornati ha risposto alla discussione di Mario Pizzoli VITA DI CIRCOLO
9 Ago
Alois Mariella ha risposto alla discussione di Mario Pizzoli VITA DI CIRCOLO
9 Ago
Giovanni Ornati ha risposto alla discussione di Mario Pizzoli VITA DI CIRCOLO
9 Ago
Giovanni Ornati ha risposto alla discussione di Mario Pizzoli VITA DI CIRCOLO
7 Ago
Imperia Zottola ha pubblicato una discussione
4 Ago
Altro…